Discussione:
Classici del fumetto di Repubblica
(troppo vecchio per rispondere)
Nico
2003-10-21 15:34:19 UTC
Permalink
C'è una lista definitiva delle uscite? Io finora li ho presi tutti e vorrei
finire la collezione, però vorrei anche sapere cosa uscirà e quando...
insomma, mettere in preventivo fino a quando dovrò andare avanti.
Altra questione. Si sa perché hanno del tutto ignorato il fumetto asiatico
(ovviamente giapponese prima di tutto, ma anche hong kong ecc.)? Secondo voi
ha senso cancellare il fumetto nipponico e dedicare 2 volumi a diabolik?
Visto che ci sono (ma d domande ne vorrei fare tante): una volta avevano
scritto su La Repubblica che cisarebbe stato un numero dedicato ad Andrea
Pazienza che doveva comparire nei 30 originarii... è saltato? Ditemi di no!

Non mi crocifiggete se faccio domande magari già fatte, non mi pare di aver
visto parlarne nei precedenti messaggi... nel caso le mie domande fossero
già state soddisfatte in uno o più articoli vecchi sarei grato se me ne
deste le coordinati ché li rintraccio.

Grazie.

--
Nico
"Haec immatura a me iam frustra leguntur oy"
[HT] Sporting Bojano (51842) in V.236
http://digilander.libero.it/sportingbojano
Gray Mouser
2003-10-21 17:02:28 UTC
Permalink
Mentre mi aggiro circospetto nel Castello Chiamato Nebbia, il
pipistrello Hugin mi raggiunge, portandomi un messaggio scritto in data
Post by Nico
C'è una lista definitiva delle uscite?
Ecchila qua:
http://www.repubblica.it/speciale/2003/fumetti/opere.html
In alto i volumi ancora da proporre, in basso quelli gia' proposti.
Post by Nico
Io finora li ho presi tutti e vorrei
finire la collezione, però vorrei anche sapere cosa uscirà e quando...
Il 'cosa', come hai visto, si sa, il 'quando' e' mistero.
Di certo ti posso solo dire che il prossimo personaggio a uscire,
venerdi' 24, e' Mister No.
Post by Nico
Altra questione. Si sa perché hanno del tutto ignorato il fumetto asiatico
(ovviamente giapponese prima di tutto, ma anche hong kong ecc.)?
Si pensa che uno dei motivi sia il fatto che si tratta per la maggior
parte di storie-fiume, in cui le vicende si dipanano per molte centinaia
di pagine. Difficile riuscire a far stare una parte significativa di una
di queste in un volume di duecento-trecento pagine. Unica via d'uscita,
le serie a episodi autoconclusivi.
E infatti, come noterai, l'unico volume giapponese in lista (si', uno
c'e'!! :-) e' quello di Jiro Taniguchi. Racconti autoconclusivi,
appunto.
Post by Nico
Secondo voi
ha senso cancellare il fumetto nipponico e dedicare 2 volumi a diabolik?
2 volumi a Diabolik... E' stata una mossa infelice (per noi, almeno) :-(
Post by Nico
Visto che ci sono (ma d domande ne vorrei fare tante): una volta avevano
scritto su La Repubblica che cisarebbe stato un numero dedicato ad Andrea
Pazienza che doveva comparire nei 30 originarii... è saltato? Ditemi di no!
Tranquillo. E' ancora elencato. "L'Arte di Andrea Pazienza"


Ciao!
Gray Mouser
Parvati V
2003-10-21 18:31:20 UTC
Permalink
Nel tempo Tue, 21 Oct 2003 19:02:28 +0200, il mio fedele schiavo Wu
desto' nel mio animo interesse sopra il conversare di Gray Mouser
Post by Gray Mouser
Post by Nico
Altra questione. Si sa perché hanno del tutto ignorato il fumetto asiatico
(ovviamente giapponese prima di tutto, ma anche hong kong ecc.)?
Si pensa che uno dei motivi sia il fatto che si tratta per la maggior
parte di storie-fiume,
Ma le serie ad episodi autoconclusivi, o quelle brevi, non sono poche,
e ve ne sono di pregevoli, a parte il gia' citato Taniguchi. Black
Jack ad esempio. i corti di Adachi. i corti della Souryo. La saga
della sirena. Che Meraviglia (questo e', in effetti, ben poco
commerciale). ah, ma questi li edita la concorrenza... (senza troppa
acredine: magari in casa Star si rifiutano effettivamente di cedere i
diritti d'esclusiva)

I corti Plama li vedo piu' ostici (Yuki, per carita' divina, Endo,
forse va gia' un pelo meglio).

Parvati V
--
http://parvatiquinta.altervista.org
IHGGera #1069, IAFa #182 ^^^
Gramin
2003-10-21 20:39:25 UTC
Permalink
Post by Parvati V
Ma le serie ad episodi autoconclusivi, o quelle brevi, non sono poche,
e ve ne sono di pregevoli, a parte il gia' citato Taniguchi. Black
Jack ad esempio. i corti di Adachi. i corti della Souryo. La saga
della sirena. Che Meraviglia (questo e', in effetti, ben poco
commerciale). ah, ma questi li edita la concorrenza... (senza troppa
acredine: magari in casa Star si rifiutano effettivamente di cedere i
diritti d'esclusiva)
bisogna anche tenere conto delle condizioni che impongono gli editori
giapponesi, c'e' appunto una risposta di Baricordi su questo fatto
nell'intervista a Lo Spazio bianco

http://www.againstwhat.it/fumetti/

bye Gramin

--
togli "vondescovacis" dal mio e-mail per rispondere privatamente
Parvati V
2003-10-22 11:19:33 UTC
Permalink
Nel tempo Tue, 21 Oct 2003 20:39:25 GMT, il mio fedele schiavo Wu
desto' nel mio animo interesse sopra il conversare di "Gramin"
Post by Gramin
bisogna anche tenere conto delle condizioni che impongono gli editori
giapponesi, c'e' appunto una risposta di Baricordi su questo fatto
nell'intervista a Lo Spazio bianco
http://www.againstwhat.it/fumetti/
Sarebbe carino riportare anche il brano citato (o almeno un sunto)
anziche' un semplice link. C'e' gente che segue il NG offline e altra
che non ha il tempo di andare a spulciarsi interviste lunghe pagine e
pagine.

Lo riporto io:
(dall'articolo "Brilla la stella di Star Comics" sul sito sopracitato)
Post by Gramin
LSB: Non credi che nell'ambito de I Classici di Repubblica la
narrativa per immagini nipponica avrebbe meritato maggior spazio?
AB: Certamente, e so che il buon Luca Raffaelli ha tentato in diversi
modi di inserire più Giappone nel progetto. Il problema, però, è la
durata delle storie nipponiche. In Europa realizziamo volumi di storie
autoconclusive con lo stesso personaggio, e quindi è possibile
selezionarne una (o un gruppo) e pubblicarle in raccolta. Negli USA si
realizzano prevalentemente serial infiniti sullo stesso personaggio,
per cui è possibile individuare mini-saghe o episodi particolari da
introdurre in raccolte. Col Giappone il discorso è più complesso. A
parte il fatto che non sempre gli editori nipponici sono felici di
fare operazioni del genere (ci tengono molto all'integrità e
all'integralità dell'opera), c'è da dire che è praticamente possibile
selezionare un gruppo di episodi all'interno di una serie che dura -
diciamo - ventiquattro volumi. Le serie giapponesi sono vere serie,
non gruppi di episodi: l'inizio, lo svolgimento e la fine sono
strettamente legate le une alle altre. Leggerne solo una parte
impedirebbe al lettore di capire il senso della storia. Tutto qui.
Non mi sembra che una tale operazione sia _impossibile_, se ce ne
fosse la volonta'. Se pensi ad opere brevi (le "minori"), ovviamente,
che era poi il discorso che facevo io, e non ai grandi fiumi.
Sole Maledetto dure 200 pagine. Ci sta tranquillamente, integro, in un
volume di Repubblica, e data la sua qualita' meriterebbe pure.

Parvati V
--
http://parvatiquinta.altervista.org
IHGGera #1069, IAFa #182 ^^^
Andy Roid
2003-10-22 15:19:22 UTC
Permalink
On Wed, 22 Oct 2003 13:19:33 +0200, i did a dream of electric sheep, when from
Post by Parvati V
Sarebbe carino riportare anche il brano citato (o almeno un sunto)
anziche' un semplice link. C'e' gente che segue il NG offline e altra
che non ha il tempo di andare a spulciarsi interviste lunghe pagine e
pagine.
Grazie per il pensiero.

[inserimento di opere nipponiche nei volumi repubblica]
Post by Parvati V
Non mi sembra che una tale operazione sia _impossibile_, se ce ne
fosse la volonta'.
pda
Post by Parvati V
Se pensi ad opere brevi (le "minori"), ovviamente,
che era poi il discorso che facevo io, e non ai grandi fiumi.
A me vengono in mente anche fumetti tipo Legend Of Mother Sarah, strutturati a
mini cicli narrativi. Non credo che uno qualsiasi dei volumi visti in Italia
disorienti piu' di tanto il lettore occasionale dei fumetti di repubblica,
almeno non piu' dei volumi dei supereroi.
Post by Parvati V
Sole Maledetto dure 200 pagine. Ci sta tranquillamente, integro, in un
volume di Repubblica, e data la sua qualita' meriterebbe pure.
Sucsa l'ignoranza, ma di chi e' e di cosa parla questo fumetto? Esiste anche in
italiano?
--
Ciao

Andy Roid

(i was a teenage Maximortal, #iaf: "quello con l'amica tettona?")

to be a Hillbilly Wolf, you gotta be just like me

"Non date mai niente per scontato! Quell'innocuo rettangolo
potrebbero essere due triangoli che fanno sesso!"
-Jack B. Quick
Parvati V
2003-10-22 18:08:32 UTC
Permalink
Nel tempo Wed, 22 Oct 2003 17:19:22 +0200, il mio fedele schiavo Wu
desto' nel mio animo interesse sopra il conversare di Andy Roid
Post by Andy Roid
Post by Parvati V
Sole Maledetto dure 200 pagine. Ci sta tranquillamente, integro, in un
volume di Repubblica, e data la sua qualita' meriterebbe pure.
Sucsa l'ignoranza, ma di chi e' e di cosa parla questo fumetto? Esiste anche in
italiano?
E' una raccolta di quattro storie brevi di Fuyumi Souryo, pubblicato
sulla collana Storie di Kappa. Sono tutte storie un po' tristi, ma
molto belle nel complesso. E poi costa poco :D

Parvati V
--
http://parvatiquinta.altervista.org
IHGGera #1069, IAFa #182 ^^^
Giovanni "il_pellegrino" Scanzo
2003-10-26 21:51:04 UTC
Permalink
Ground control to major Andy Roid...
Post by Andy Roid
Post by Parvati V
Sole Maledetto dure 200 pagine. Ci sta tranquillamente, integro, in un
volume di Repubblica, e data la sua qualita' meriterebbe pure.
Sucsa l'ignoranza, ma di chi e' e di cosa parla questo fumetto? Esiste anche in
italiano?
Fuyumi Soryo, per la Star Comics.
Ne scrissi qualche tempo fa, pèarlando anche di Artbabe e Sonnambulo,
e accennando un confronto fra le tre opere.
Merita decisamente.

Anche i corti di Adachi sarebbero entrati in un volumetto di
repubblica. Non credo che sarebbe stato piu' voluminoso del
L'Eternauta.
E alcune cose di Maruo. Se ben ricordo a Gennaio riuscimmo a trovare
un buon numero di titoli...

Buon cammino!
il_pellegrino
--
"Cio' che incontrai nella mia strada,
ora ne sono una parte."
Tennyson, "Ulisse"
Andy Roid
2003-10-27 22:47:17 UTC
Permalink
On Sun, 26 Oct 2003 22:51:04 +0100, i did a dream of electric sheep, when from
it.arti.fumetti you ("Giovanni \"il_pellegrino\" Scanzo"
Post by Giovanni "il_pellegrino" Scanzo
Fuyumi Soryo, per la Star Comics.
Ne scrissi qualche tempo fa, pèarlando anche di Artbabe e Sonnambulo,
e accennando un confronto fra le tre opere.
Merita decisamente.
Ricordo il post, anche se il nome di Fuyumi soryo mi era completamente passato
di mente. Cerchero' di rimediare sabato a lucca.
Post by Giovanni "il_pellegrino" Scanzo
Anche i corti di Adachi sarebbero entrati in un volumetto di
repubblica. Non credo che sarebbe stato piu' voluminoso del
L'Eternauta.
E alcune cose di Maruo. Se ben ricordo a Gennaio riuscimmo a trovare
un buon numero di titoli...
Per quel poco che ho letto di Maruo, non ne sono rimasto estasiato. Comunque
penso che sia M che Adachi potevano entrare in un volume senza problemi. Oddio,
i fumetti di Mauro avrebbero creato qualche scompenso ai moralisti di
Repubblica!
--
Ciao

Andy Roid

(i was a teenage Maximortal, #iaf: "quello con l'amica tettona?")

to be a Hillbilly Wolf, you gotta be just like me

"Non date mai niente per scontato! Quell'innocuo rettangolo
potrebbero essere due triangoli che fanno sesso!"
-Jack B. Quick
Henryx
2003-10-30 21:03:12 UTC
Permalink
Post by Andy Roid
Per quel poco che ho letto di Maruo, non ne sono rimasto estasiato.
Ok, mi avete convinto. Cosa e` stato pubblicato di Maruo?

Henryx :)
--
Valentina: "Mi piace inventare gli spettacoli che voglio... quelli
che non riesco a vedere, cerco di sognarli..."
Guido Crepax (1933-2003)
Andy Roid
2003-10-31 18:08:11 UTC
Permalink
On Thu, 30 Oct 2003 22:03:12 +0100, i did a dream of electric sheep, when from
Post by Henryx
Ok, mi avete convinto. Cosa e` stato pubblicato di Maruo?
Cioe' io dico che a me non piace tanto e a te viene voglia di comprarlo?
Evidentemente mi conosci benissimo e sai che i tuoi gusti sono opposti ai miei!
^__^
--
Ciao

Andy Roid

(i was a teenage Maximortal, #iaf: "quello con l'amica tettona?")

to be a Hillbilly Wolf, you gotta be just like me

"Non date mai niente per scontato! Quell'innocuo rettangolo
potrebbero essere due triangoli che fanno sesso!"
-Jack B. Quick
InvernoMuto
2003-11-02 15:42:02 UTC
Permalink
In una cella di un hotel alveare di Osaka, quando il display LCD indicava
Thu, 30 Oct 2003 22:03:12 +0100, l'hacker conosciuto nel cyberspazio col
Post by Henryx
Ok, mi avete convinto. Cosa e` stato pubblicato di Maruo?
Il Vampiro che ride
Midori
Notte putrescente

Tutti Coconino Press.

Il primo e' la sordida ma introgante storia di un vampiro adolescente, che
si sfoga in battute notturne e orgette, e di una ragazza che ne resta
vittima.
Il secondo parla, in maniera molto onirica e un po' inconcludente, di una
ragazzina di un circo itinerante, pieno di freaks.
Il terzo e' una raccolta di racconti a tinte _molto_ forti. C'e' un po' di
tutto: dalla sodomia incestuosa alla coprofagia. Molto disurbante e forse
un po' fine a se' stesso. Dei tre e' quello che mi e' piaciuto meno.

Trovi ulteriori informazioni sul sito della Coconino Press
www.coconinopress.com
--
[InvernoMuto]
Si puo' essere forti senza essere violenti
- Socrate (Joann Sfar, Socrate il semicane)
Gramin
2003-10-22 18:39:15 UTC
Permalink
Post by Parvati V
Post by Gramin
http://www.againstwhat.it/fumetti/
Sarebbe carino riportare anche il brano citato (o almeno un sunto)
anziche' un semplice link. C'e' gente che segue il NG offline e altra
che non ha il tempo di andare a spulciarsi interviste lunghe pagine e
pagine.
lo so che sarebbe meglio riportare il brano visto che anche io rispondo
offline ma ieri sera dovevo andare a lavorare e non avevo tempo di
ricollegarmi per copiare, terminare la risposta e spedire il tutto
Post by Parvati V
Non mi sembra che una tale operazione sia _impossibile_, se ce ne
fosse la volonta'. Se pensi ad opere brevi (le "minori"), ovviamente,
che era poi il discorso che facevo io, e non ai grandi fiumi.
Sole Maledetto dure 200 pagine. Ci sta tranquillamente, integro, in un
volume di Repubblica, e data la sua qualita' meriterebbe pure.
certo ma magari della Souryo non c'era l'interesse a pubblicarla visto che
non si tratta di un grande classico (senza andare a rinvangare i casi Ratman
o Julia) e magari nel caso di autori invece appetibili come la Takahashi o
Adachi e' stata la casa giapponese che si oppone.

E non sarebbe nemmeno un caso cosi' strano visto che queste cose accadono
anche in Italia, sempre nel sito sopracitato in un'intervista alla
responsabile della MBP viene spiegato perche' non ci sia Alan Ford
(praticamente non gli hanno dato la sicurezza di un numero anche per Satanik
e Kriminal e allora non gli hanno dato il benestare nemmeno per Alan Ford)

bye Gramin

--
togli "vondescovacis" dal mio e-mail per rispondere privatamente
Parvati V
2003-10-23 12:19:13 UTC
Permalink
Nel tempo Wed, 22 Oct 2003 18:39:15 GMT, il mio fedele schiavo Wu
desto' nel mio animo interesse sopra il conversare di "Gramin"
Post by Gramin
certo ma magari della Souryo non c'era l'interesse a pubblicarla visto che
non si tratta di un grande classico
Ma e' proprio un esempio concreto della stessa tesi che sostiene
Baricordi in quell'intervista, e cioe' che il manga (e il fumetto in
generale cmq) ha affrontato temi e situazioni diverse dalla semplice
"avventura" andando a indagare nel quotidiano.
Ben poco valore hanno le affermazioni fatte, rispetto ad un esempio
concreto che sarebbe sotto gli occhi di tutti.

[ostilita' delle case giapponesi]
Post by Gramin
E non sarebbe nemmeno un caso cosi' strano visto che queste cose accadono
anche in Italia,
Nota che io non ho affermato che Baricordi sia bugiardo. La mia
affermazione e' che "non sarebbe impossibile includere qualche titolo
manga (soprattutto di quelli piu' adulti e meritevoli), se ce ne fosse
davvero la volonta'".

Poi di Adachi e Takahashi non ho nominato le saghe infinite, ma i
_corti_. Apposta.

Parvati V
--
http://parvatiquinta.altervista.org
IHGGera #1069, IAFa #182 ^^^
Gramin
2003-10-23 15:20:22 UTC
Permalink
Post by Parvati V
Post by Gramin
certo ma magari della Souryo non c'era l'interesse a pubblicarla visto che
non si tratta di un grande classico
Ma e' proprio un esempio concreto della stessa tesi che sostiene
Baricordi in quell'intervista, e cioe' che il manga (e il fumetto in
generale cmq) ha affrontato temi e situazioni diverse dalla semplice
"avventura" andando a indagare nel quotidiano.
Ben poco valore hanno le affermazioni fatte, rispetto ad un esempio
concreto che sarebbe sotto gli occhi di tutti.
guarda che sono d'accordissimo con te ma dimentichi (cosa comune a molti)
che lo scopo della collana era VENDERE, non gli fregava niente di sbolognare
i manga o mostrare al lettore di Repubblica le possibilita' del medium
fumetto
Post by Parvati V
[ostilita' delle case giapponesi]
Post by Gramin
E non sarebbe nemmeno un caso cosi' strano visto che queste cose accadono
anche in Italia,
Nota che io non ho affermato che Baricordi sia bugiardo. La mia
affermazione e' che "non sarebbe impossibile includere qualche titolo
manga (soprattutto di quelli piu' adulti e meritevoli), se ce ne fosse
davvero la volonta'".
Poi di Adachi e Takahashi non ho nominato le saghe infinite, ma i
_corti_. Apposta.
e io non ho fatto i loro nomi a caso ma proprio perche' editi da Shogakukan
che solitamente si definisce la casa editrice piu' "rognosetta" in queste
cose

bye Gramin

--
togli "vondescovacis" dal mio e-mail per rispondere privatamente
Parvati V
2003-10-23 19:36:20 UTC
Permalink
Nel tempo Thu, 23 Oct 2003 15:20:22 GMT, il mio fedele schiavo Wu
desto' nel mio animo interesse sopra il conversare di "Gramin"
Post by Gramin
guarda che sono d'accordissimo con te ma dimentichi (cosa comune a molti)
che lo scopo della collana era VENDERE,
Ma guarda che lo sapevo da mo'... ^^^;
e so anche che ci sono perfettamente riusciti (se ricordi, io ero
quella che era convinta del successone quando... Livio, mi pare,
diceva che i cambiamenti indicavano flop).
Tuttavia, non e' tutta fatta di commercialate, ci sono delle cose
valide, e io qui sto esprimendo i miei desideri e il mio giudizio
_come qualita' della collana_, anche nelle recensioni non ho mai
guardato il venduto come dato su cui basarmi.

Parvati V
--
http://parvatiquinta.altervista.org
IHGGera #1069, IAFa #182 ^^^
InvernoMuto
2003-10-27 14:26:02 UTC
Permalink
In una cella di un hotel alveare di Osaka, quando il display LCD indicava
Tue, 21 Oct 2003 20:31:20 +0200, l'hacker conosciuto nel cyberspazio col
Post by Parvati V
Ma le serie ad episodi autoconclusivi, o quelle brevi, non sono poche,
e ve ne sono di pregevoli, a parte il gia' citato Taniguchi.
Pero' credo che, Tezuka a parte, tutto il materiale che citi sia poco
adatto a una collana come quella di Repubblica. A loro interessano opere ed
autori che abbiano un target ben preciso, o che comunque possano richiamare
o incuriosire buone fette di pubblico. Per questo hanno scelto Taniguchi,
autore giapponese che puo' piacere molto anche a chi non e' avvezzo ai
manga. Dal loro punto di vista, l'alternativa sarebbe stata un manga che
incarnasse alla perfezione lo stereotipo di manga comunemente diffuso:
quindi potevano andar bene Toryama, Hojo, Kazzura, o al massimo Otomo.

Gli autori che citi, credo, sono troppo poco giapponesi per un manga-fan, e
troppo giapponesi per un anti-mangafan ^_^;;;
--
[InvernoMuto]
Si puo' essere forti senza essere violenti
- Socrate (Joann Sfar, Socrate il semicane)
Parvati V
2003-10-27 16:25:08 UTC
Permalink
Nel tempo Mon, 27 Oct 2003 15:26:02 +0100, il mio fedele schiavo Wu
desto' nel mio animo interesse sopra il conversare di InvernoMuto
Post by InvernoMuto
Pero' credo che, Tezuka a parte, tutto il materiale che citi sia poco
adatto a una collana come quella di Repubblica.
Tutto?
Post by InvernoMuto
Gli autori che citi, credo, sono troppo poco giapponesi per un manga-fan, e
troppo giapponesi per un anti-mangafan ^_^;;;
Non so. Forse. Ma c'e' gente che comunque ha prenotato il blocco, e in
ogni caso non vedo proprio la differenza con Taniguchi. Non per la
Souryo ad esempio (il cui stile di disegno non e' tutto "occhioni e
fiori").

Parvati V
--
http://parvatiquinta.altervista.org
IHGGera #1069, IAFa #182 ^^^
InvernoMuto
2003-10-27 20:16:30 UTC
Permalink
In una cella di un hotel alveare di Osaka, quando il display LCD indicava
Mon, 27 Oct 2003 17:25:08 +0100, l'hacker conosciuto nel cyberspazio col
Post by Parvati V
Tutto?
boh, Tezuka a parte, si' :-)
Post by Parvati V
Non so. Forse. Ma c'e' gente che comunque ha prenotato il blocco,
Il blocco di cosa?
Tutte le uscite della collana di Repubblica, intendi?
Beh, certo, per questi qui Taniguchi o Toryama, o Souryo o Adachi pari
sono. Pero' credo sia una minoranza assai poco rilevante...
Post by Parvati V
e in
ogni caso non vedo proprio la differenza con Taniguchi. Non per la
Souryo ad esempio (il cui stile di disegno non e' tutto "occhioni e
fiori").
In effetti non e' solo questione di stile, quanto piuttosto di "fama". E'
un'impressione personalissima, ma credo che Taniguchi sia di piu' facile
"sdoganamento" rispetto alla pur brava e pacata Souryo. Sara' perche'
Taniguchi mi sembra piu' europeo, sara' che ha lavorato con Moebius, ma
sono convinto che sia piu' facile da proporre ad un pubblico poco abituato
ai manga...
--
[InvernoMuto]
Si puo' essere forti senza essere violenti
- Socrate (Joann Sfar, Socrate il semicane)
Parvati V
2003-10-27 21:54:57 UTC
Permalink
Nel tempo Mon, 27 Oct 2003 21:16:30 +0100, il mio fedele schiavo Wu
desto' nel mio animo interesse sopra il conversare di InvernoMuto
Post by InvernoMuto
Beh, certo, per questi qui Taniguchi o Toryama, o Souryo o Adachi pari
sono. Pero' credo sia una minoranza assai poco rilevante...
Ok, in effetti sono indifferenti, lasciamo stare questi.
Post by InvernoMuto
In effetti non e' solo questione di stile, quanto piuttosto di "fama". E'
un'impressione personalissima, ma credo che Taniguchi sia di piu' facile
"sdoganamento" rispetto alla pur brava e pacata Souryo.
[snip]

Mah, non saprei, tutte le cose che hai citato il lettore non manga (e
pure quello manga) non le sa. Gliele devi dire tu. Allora ci metti lo
stesso impegno e pubblicizzi bene anche la Souryo.
Come tratto, non lo trovo troppo piu' "europeo". Certo disegna
realistico. Ma non europeo secondo me.

Parvati V
--
http://parvatiquinta.altervista.org
IHGGera #1069, IAFa #182 ^^^
InvernoMuto
2003-10-28 21:00:23 UTC
Permalink
In una cella di un hotel alveare di Osaka, quando il display LCD indicava
Mon, 27 Oct 2003 22:54:57 +0100, l'hacker conosciuto nel cyberspazio col
Post by Parvati V
Mah, non saprei, tutte le cose che hai citato il lettore non manga (e
pure quello manga) non le sa. Gliele devi dire tu. Allora ci metti lo
stesso impegno e pubblicizzi bene anche la Souryo.
D'accordissimo. Il problema e' che ho come l'impressione che per Taniguchi
si sia gia' fatto lo sforzo, mentre per la Souryo no. Quindi Taniguchi e'
gia' stato "sdoganato", e per Repubblica va bene, perche' stanno cercando
materiale che abbia gia' un bacino d'utenza, che sia gia' stato
pubblicizzato. La Souryo rischia di non attirare ne' i non-lettori di
manga, ne' i manga-fan.
Post by Parvati V
Come tratto, non lo trovo troppo piu' "europeo". Certo disegna
realistico. Ma non europeo secondo me.
No, infatti... intendevo che Taniguchi e' piu' "europeo" (con tutti i
limiti della definizione).
--
[InvernoMuto]
Si puo' essere forti senza essere violenti
- Socrate (Joann Sfar, Socrate il semicane)
Nico
2003-10-21 18:52:14 UTC
Permalink
Gray Mouser <***@virgilio.it> ha scritto nel messaggio
***@4ax.com

[cut]

Grazie.

--
Nico
"Haec immatura a me iam frustra leguntur oy"
[HT] Sporting Bojano (51842) in V.236
http://digilander.libero.it/sportingbojano
Rmagere
2003-10-21 20:41:23 UTC
Permalink
Unica via d'uscita, le serie a episodi autoconclusivi.
E infatti, come noterai, l'unico volume giapponese in lista (si', uno
c'e'!! :-) e' quello di Jiro Taniguchi. Racconti autoconclusivi,
appunto.
Taniguchi e' quello che ha scritto "Harukana Machi-E"?
(non ho il manga sottomano, solo qualche vaga memoria e il fatto che mi
fosse piaciuta la storia).
InvernoMuto
2003-10-27 14:26:07 UTC
Permalink
In una cella di un hotel alveare di Osaka, quando il display LCD indicava
Tue, 21 Oct 2003 21:41:23 +0100, l'hacker conosciuto nel cyberspazio col
Post by Rmagere
Taniguchi e' quello che ha scritto "Harukana Machi-E"?
(non ho il manga sottomano, solo qualche vaga memoria e il fatto che mi
fosse piaciuta la storia).
E' lui.
In Italia il fumetto e' stato tradotto con il titolo: In una lontana
citta'.

Per quanto riguarda le altre opere di Taniguchi, in Italia abbiamo visto:

Ai tempi di Bocchan
Al tempo di papa'
Allevare un cane
L'uomo che cammina
L'olmo e altri racconti
Icaro
Benkei a New York
Tokio Killers
--
[InvernoMuto]
Si puo' essere forti senza essere violenti
- Socrate (Joann Sfar, Socrate il semicane)
Continua a leggere su narkive:
Loading...